LUIS OTERO l’intervista.

21 Ago 2020 | Interviste

Lujis Otero

1- Ciao Luis, è un onore averti qui con noi nella nostra rivista UMI. Raccontaci un po ‘di te, dove sei e a quale età ti avvicini alla magia.

L’onore è mio per invitarmi a partecipare con te! Sono nato in Venezuela, anche se i miei genitori sono spagnoli, tuttavia a causa della difficile situazione nel mio paese, ho dovuto emigrare nella vicina Colombia, dove attualmente vivo, tuttavia mi considero un “cittadino del mondo” da quando lo sono per la maggior parte del tempo. in viaggio per congressi, spettacoli e festival. Ho iniziato la magia a 12 anni con una scatola magica, molti bambini ne ricevono uno e quando si stancano passano al giocattolo successivo, nel mio caso sono stato catturato, forse perché sono ancora molto infantile! Ho iniziato a studiare e studiare di più, tenere a mente Dice che a quel tempo non c’era internet e che le informazioni erano molto difficili da ottenere, tuttavia grazie a una casa magica che esisteva in città e iniziando a incontrare altri maghi, ho continuato a crescere ed entrare in questo mondo. Zero che ciò che mi ha affascinato della magia era che ero molto introverso e timido, facendo magia per i miei amici e la mia famiglia e scoprendo che avrei potuto ottenere reazioni molto forti ed essere al centro dell’attenzione ha cambiato la mia vita per sempre.

2- Chi era o chi erano le persone, gli insegnanti che ti hanno ispirato?

In Venezuela c’erano maghi che apparivano in TV che attiravano sempre la mia attenzione, ero ipnotizzato guardandoli e in qualche modo era un inizio, ma quando ho visto esplodere la testa di Juan Tamariz, è stato lo stile di magia che mi sono visto fare, non ho mai Mi sono identificato con il mago elegante o troppo serio o formale, ma in quel momento ho pensato che per essere un mago devi essere così, non sapevo che potesse essere fatto diversamente fino a quando non ho visto il maestro. Quindi molti altri come David Williamson, Tom Mullica e, naturalmente, l’intera filosofia e la struttura della scuola di spagnolo.

3 – Raccontaci un po ‘del tuo viaggio magico e di come sei diventato quel grande artista che sei oggi, ma soprattutto se ti aspettavi così tanto da Magic.

Ho iniziato a fare magie molto presto, ma sono passati 15 anni prima di decidere di diventare un professionista e vivere esclusivamente sull’arte. Ho svolto molti lavori e studi (molto diversi dalla magia), mentre stavo facendo alcuni spettacoli ma non abbastanza per dedicarmi tutto il tempo, inoltre non ho mai fatto la magia dei bambini che era la principale fonte di lavoro per tutti i maghi del paese. È stato quando ho iniziato a fare la magia del ristorante che ho iniziato a vedere i benefici economici che potevo ottenere e anche sempre più spettacoli hanno cominciato ad apparire al punto che il lavoro di mago ha iniziato a darmi più profitti del lavoro d’ufficio. Il mio passaggio al professionista è stato molto ponderato e misurato e ne sono grato. All’inizio non ho mai pensato di vivere di magia, era solo il mio hobby, le cose stavano accadendo in modo tale che fino ad oggi sono sorpreso ogni volta che lavoro al Magic Castle o Juan Tamariz mi chiama per andare ai giorni del Escorial o mi chiedono di essere una giuria della Coppa del Mondo, è come un sogno, a volte con il dinamismo della vita non vediamo ciò che abbiamo realizzato, cerco di essere molto grato con quello che mi è successo e spero che quelle cose meravigliose che solo la magia ci offre.

4 – Il tuo lavoro è solo quello di prestigiatore o fai qualcos’altro?

Magia del lavoro e degli hobby: “hobby” e molte altre cose che amo fare ma non vivo: improvvisazione teatrale, commedia, cucina!

5 – Cosa ti aspetti dalla Magia e dal mondo magico nel prossimo futuro?

Sento che la magia è in ottime mani, le nuove generazioni arrivano con un razzo, ogni volta che viaggio sono sorpreso di vedere il livello che c’è, inoltre ci sono molti grandi maestri di grande esperienza che condividono le loro conoscenze con il mondo, la tecnologia ogni volta aiuta di più a questo. Quindi vedo il futuro con grande ottimismo.Nel mio caso per qualche motivo (le persone devono essere pazze) ho sempre più proposte per congressi, tour, festival, così mentre posso continuare a fare ciò di cui sono così appassionato, sarò felice!

5 – Cosa ti aspetti dalla Magia e dal mondo magico nel prossimo futuro?

Sento che la magia è in ottime mani, le nuove generazioni arrivano con un razzo, ogni volta che viaggio sono sorpreso di vedere il livello che c’è, inoltre ci sono molti grandi maestri di grande esperienza che condividono le loro conoscenze con il mondo, la tecnologia ogni volta aiuta di più a questo. Quindi vedo il futuro con grande ottimismo.Nel mio caso per qualche motivo (le persone devono essere pazze) ho sempre più proposte per congressi, tour, festival, così mentre posso continuare a fare ciò di cui sono così appassionato, sarò felice!

7 – Cosa pensi dell’esperienza online con gli episodi realizzati da UMI PROJECT e in cui eri il “MATADOR” o piuttosto il filo conduttore tra gli artisti invitati?

7- un’esperienza straordinaria, è una delle cose che accetto e poi mi chiedo: “ma come farò?” Tuttavia, l’organizzazione era impeccabile, il cameratismo e la disposizione di tutti gli ospiti erano straordinari, tutti volevano partecipare, e ho confermato che la magia è un linguaggio universale, non importa il linguaggio, ci siamo capiti tutti e abbiamo discusso fluentemente. La sfida era organizzare e porre le domande in modo da poter coprire il più possibile di ogni argomento, tenendo presente che stavamo parlando con grandi esponenti della magia. Un’altra sfida è stata quella di poter discutere le opinioni ma rispettando le opinioni e l’esperienza di ciascuno degli ospiti.Sono stato sorpreso dal numero di maghi che hanno visto gli episodi, così tante persone che vogliono ascoltare e imparare solo la teoria, non so che ha mostrato un singolo effetto, che mi rende molto eccitato. Penso che abbiamo fatto la storia e mi sento molto fortunato a far parte di questo progetto.

8 – Ultima domanda: cosa consiglieresti oggi a coloro che vogliono avvicinarsi a Magic e soprattutto se raccomandano di seguire i tutorial su YouTube?

8- Va tenuto presente che il 94,72% delle persone che praticano la magia lo hanno come un hobby (questa statistica che ho appena inventato, ma deve essere molto simile alla realtà), molti vogliono solo imparare alcuni effetti per sorprendere i tuoi amici e familiari e Internet è meraviglioso per questo. Oggi ci sono migliaia di modi per avvicinarsi alla magia, per me sono tutti validi, le persone che vogliono davvero approfondire e migliorare troveranno la strada giusta per loro, in alcuni casi con un corso, altri più autodidatta, altri con qualche insegnante in particolare, non penso che ci sia una formula o un modo segreto o migliore per farlo, dipenderà troppo dalle circostanze di ognuno, la magia è così nobile e saggia da abbracciare coloro che la rispettano e la amano, non importa come l’hanno scoperta e imparata . YouTube è una delle piattaforme più utilizzate per apprendere qualsiasi cosa, tutto è lì, penso che se fosse esistito all’inizio, sarei impazzito con così tante informazioni. È uno strumento che può essere incredibilmente utile o dannoso come qualsiasi altro, ma se l’Iddio della magia scendesse (o salisse, dipende dal fatto che crediamo che sia Dio o diavolo) e mi abbia dato il potere di rimuovere i tutorial di YouTube, non lo farò mai. farebbe, sarebbe come rimuovere i coltelli perché ci sono persone che li usano per il male.Detto questo, il modo migliore per imparare la magia per me è ancora con i libri e, se possibile, con un buon insegnante che accorcerà il nostro percorso e ci salverà molti errori. Non l’ho mai avuto, e molte volte mi chiedo: dove sarei adesso se avessi qualcuno che mi guidasse, forse più in alto, forse mi sarei ritirato … non lo sapremo mai, ma sono felice di aver raggiunto quello che ho! Come ho detto prima, se ami e rispetti la magia, troverà il modo di prenderti per mano!

By wp_6531190

Presidente Nazionale Università Magica Internazionale "Damaso fernandez", autore di diversi libri e DVD e organizzatore del Congresso Magico Centro Italia.

POSTE CORRELATI

CONFERENZA DI FELIPE SUAU

CONFERENZA DI FELIPE SUAU

E’ con immenso orgoglio che l’UMI (Università Magica Internazionale) presenta in esclusiva per l’ITALIA, la conferenza di uno dei geni della Cartomagia moderna: FELIPE SUAU. 10 perle cartomagiche mai rivelate, saranno di coloro che presenzieranno l’evento. GIOVEDI’ 29...

GABI PARERAS

GABI PARERAS

GABI PARERA " La magia è ora nell'Olimpo" Una brutta notizia oggi, Gabi Pareras ha lasciato questa vita a causa di un tumore. Gabi Pareras, nato a Barcellona nel 1965, è stato senza ombra di dubbioi uno tra i più grandi esponenti della magia spagnola. Dal 1984 al 1992...

FELIPE SUAU l’intervista.

FELIPE SUAU l’intervista.

Intervista con il quasi famoso Van Cauter( Felipe Suau ) Di che pianeta sei? Felipe Suau: Beh, sono nato a Bruxelles l’11 ottobre 1965 in una città chiamata Ixelles. Madre belga (Van Cauter) e padre spagnolo(da Maiorca). Una delle peculiarità della mia infanzia inizia...

0 Comments

0 commenti

Inscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere le ultime notizie e gli aggiornamenti dal nostro team.

 

Consenso trattamento dati

Grazie per l'iscrizione! Controlla la tua casella email per confermare!

Share This